Sicurezza - Ambiente - Sistemi di gestione integrati - Organizzazione e formazione aziendale
  • Dove siamo
  • Contattaci
 
Home » Notizie » Comunicazione all'INAIL del nominativo d

NOTIZIE

Venerdì 15 Maggio 2009

Comunicazione all'INAIL del nominativo dell' R.L.S. - RINVIO

Nuove indicazioni INAIL sulla comunicazione del RLS

Il Ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali con nota del 15 maggio 2009 ha disposto lo slittamento del termine per la comunicazione all'INAIL del nominativo del RLS al 16 agosto 2009 in considerazione dell'evoluzione normativa ancora in corso.

http://www.inail.it/Portale/appmanager/portale/desktop?fpb=true&_pageLabel=PAGE_NEWS&nextPage=Primo_Piano/info283016420.jsp

Solo per quest'anno in via eccezionale trattandosi di un nuovo adempimento tale comunicazione dovrà essere fatta entro il 16/08/2009 anzichè il 31/03 di ogni anno.
Lo stato di fatto da comunicare è quello al 31/12 dell'anno precedente.

Secondo quanto disposto da una recente circolare dell'INAIL, il termine ultimo per l'invio all'Istituto del modello slitta di un mese e mezzo. La comunicazione deve essere inoltrata mediante la nuova procedura o si rischia la sanzione.

L'operazione dovrà essere realizzata via web, utilizzando il nuovo modello "Dichiarazione RLS" (o, in caso di problemi tecnici, anche via fax). E' quanto stabilito da una recente circolare emanata dall'Istituto, che fa slittare al 16 maggio prossimo il termine per l'invio.
Spetta al Testo unico sulla sicurezza (D.lgs. 81/2008) l'avere rafforzato le funzioni di questa figura aziendale, facendone un punto di riferimento all'interno dell'impresa per quanto riguarda la valutazione dei rischi e la prevenzione/informazione dei dipendenti. Resta di responsabilità del datore di lavoro (o del dirigente pubblico o privato) comunicare all'INAIL entro il 31 marzo il nominativo dell'incaricato in carica dal 31 dicembre dell'anno precedente. Tuttavia, per il primo anno di applicazione - il 2009, per l'appunto - si è scelto di prorogare la scadenza ultima di oltre un mese e mezzo.
Come già detto, per assolvere a quest'obbligo di legge bisogna compilare il modulo via internet. Gli interessati, dunque, devono andare sul sito dell'INAIL, selezionare - previa registrazione - l'area "Punto cliente" e, successivamente, ciccare sul modello "Dichiarazione RLS" (i consulenti del lavoro potranno sostituirsi ai datori nella comunicazione, secondo una procedura semplificata per i clienti già inseriti nella "delega" INAIL del professionista). Per chi non riuscisse a orientarsi all'interno del portale dell'Istituto, basta rivolgersi a qualsiasi sede per potere essere affiancato da un operatore.
I dati richiesti permetteranno, così, di individuare l'unità produttiva interessata, il nome del rappresentante per la sicurezza e la data a partire dalla quale è operativo l'incarico. Nel caso insorgessero inconvenienti durante l'inserimento telematico delle informazioni, si può chiedere direttamente il modello RLS all'INAIL o scaricarlo dal sito, e inviarlo al già citato numero di fax (800.657.657).
Infine, chi avesse già provveduto spontaneamente alla comunicazione tramite posta o fax è tenuto a ripetere l'invio secondo le nuove procedure stabilite dalla circolare (in caso di inadempimento è prevista, secondo quanto stabilito dall'articolo 55 del Testo unico, una sanzione di 500 euro per ogni singola violazione). 

Riferimento alla circolare INAIL:


INAIL - DIREZIONE GENERALE - Direzione Centrale Prevenzione - Circolare n. 11 del 12 marzo 2009 "Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza: comunicazione nominativi".